Un noto film, riportava nel suo contesto, ciò che avrebbe dovuto essere la “sintesi” del Kung-Fu, un concetto che i Maestri tradizionali seguono da secoli come un promemoria, racchiuso semplicemente nei due vocaboli che seguono:

Heng (Orizzontale) Zong (Verticale)

Niente altro che questo! Nel film in questione, seppur principalmente relegato all’aspetto della tecnica e del combattimento, un occhio esperto poteva intravvedere, leggendo oltre le righe, come Heng e Zong, fossero comunque legati a un aspetto ben più ampio.

Orizzontale e Verticale, permeano il Kung-Fu Tradizionale Cinese da secoli e al Seminario di Fine Anno 2018 del GuDeYi JingWuMen, questo aspetto, è venuto fuori in tutta la sua bellezza e la sua complessità. La fortuna di avere un Maestro realmente titolato con cui confrontarsi assiduamente, comprenderne gli insegnamenti e le risposte; questa è la vera struttura di una Scuola di Kung-Fu. La qualità di una realtà, poggia le sue fondamenta sulla purezza della sua fonte e sulle sue capacità. Chi si pone a capo di un gruppo marziale, deve essere consapevole, responsabile e allo stesso tempo costantemente aggiornato, continuando a studiare per tutta la sua vita. Solo in questo modo, riuscirà a produrre nel tempo, con i suoi sforzi dei concreti e attendibili risultati. Se il proprio insegnante agisce realmente come un padre premuroso, interamente dedito a coltivare la sua passione e votato al bene della sua Famiglia (i suoi allievi), allora si è capitati nel posto giusto e non si avranno sorprese nel tempo.

Nonostante le difficoltà, i problemi a volte anche fisici e la distanza, i partecipanti sono stati in grado di superare i propri limiti e si sono impegnati con entusiasmo in quello che, ripetendoci, definiamo essere il miglior Seminario di sempre. Il Maestro, anche questa occasione, è stato impeccabile, il suo insegnamento è tutte le volte meticoloso, profondo a spesso disarmante nella sua semplicità, soprattutto lui non si risparmia mai, mostrandoci infinite volte, grazie alla sua grande disponibilità, i movimenti che non comprendiamo e il loro senso, a volte nascosto. Inoltre, per la prima volta, abbiamo potuto constatare di quanto il livello della pratica, fra noi allievi partecipanti, si sia elevato di molto, rispetto alle passate edizioni, segnando una netta linea di separazione con i tempi andati.

Sarà stato per le chiare e inconfutabili parole del Maestro, all’inizio del Seminario, sarà stata forse la nostra predisposizione verso l’apprendere un qualcosa di unico e particolare o semplicemente, come ha fatto notare il Maestro (e la cosa ci ha fatto un enorme piacere), l’aver acquisito dentro di noi quella giusta dose di Consapevolezza e Maturità di cui una Scuola che diffonde il Kung-Fu da oltre un quarantennio ha finalmente raggiunto.
Non è stato affatto facile arrivare a questa condizione, il Maestro Guidotti opera da tempo in questa direzione: molti anni sono passati e noi non capivamo o non lo abbiamo notato. Siamo stati indotti nel tempo a superare molte prove, attuando quelle difficili scelte di carattere morale che molti, strada facendo, hanno rifiutato, perdendosi dietro alla presunzione e idee malsane, negando l’evidenza dei propri errori.

Certi fallimenti annunciati, sono stati estremamente preziosi per noi: li consideriamo come una lezione di vita, un insegnamento e un monito. Per chi resta, è sempre molto costruttivo assistere a degli atteggiamenti negativi, poiché è importante arricchirsi di esperienza e imparare a riconoscere come evitare nel futuro certe persone che con il loro comportamento, hanno rappresentato l’antitesi di quanto invece noi pratichiamo con passione e orgoglio. Grazie ai comportamenti sbagliati, abbiamo capito ciò che non andava fatto, e questo ci ha permesso di arrivare fino a oggi ed essere, finalmente partecipi e protagonisti di una realtà integra, libera da influenze negative.

Il seminario, si è quindi svolto in un ambiente familiare, carico di emozioni positive. Tutti hanno dato il meglio, per sé stessi e per gli altri, meritando al termine gli elogi del Maestro Guidotti. Soddisfazione e gioia sui volti, nonostante la fatica e il duro lavoro al quale ognuno si è sottoposto, senza risparmiarsi. Le cose più belle? In primo luogo, il sorriso, nonostante lo sforzo e poi, la collaborazione spontanea fra i partecipanti, che si sono vicendevolmente aiutati nelle due giornate, come non era mai accaduto finora.

La sequenza ha tirato fuori il meglio di ognuno, tanto che il Maestro, visibilmente soddisfatto del risultato si è infine congedato con la seguente frase, che riassume quanto ci ha detto fin dall’inizio e ripetuto poi in queste due giornate:

Oggi avete iniziato un diverso cammino, è stato fatto un primo passo verso una comprensione più profonda. Ricordate comunque che il primo passo non è in grado di portarvi dove vorrete, ma in ogni caso vi toglierà certamente da dove ora siete.

E noi, in questa edizione di FoZhangMen Qiang-Gun, abbiamo compreso che di passi ne dobbiamo ancora fare tanti. Di seguito riportiamo i nomi dei partecipanti accettati quest’anno dal Maestro, visto il loro sudore e impegno, è giusto che i loro nomi siano qui stilati, uno ad uno e ricordati:

“Seminario di Fine Anno 2018”
===========================
FOZHANGMEN QIANG-GUN
15-16 dicembre 2018
Docente ShiGong Luigi Guidotti
===========================
(in ordine alfabetico hanno partecipato)

Accorroni Alessandro
Bini Leonardo
Curlante Giuseppe
De Costanzo Roberto
De Filippi Jennifer
De Filippi Michael
Farina Giovanni
Fava Erica
Giustozzi Giorgio
Guidotti Sylvia
L’Abbate Giuseppe
Lucarelli Davide
Mello Tommaso
Mugianesi Francesca
Palagi Carlo
Pergolesi Luca
Pieri Mirko
Pierini Giacomo
Polverini Laura
Santini Federico
Sforzi Jacopo
Stival Davide
Susannini Lorenzo
Venturi Luca
Verlicchi Lorenzo
Zampaloni Claudia

Cogliamo infine l’occasione per i classici auguri di Natale e Inizio Anno. Buone celebrazioni a tutti gli iscritti alla nostra grande Famiglia e ai loro cari. Inoltre, rivolgiamo il nostro augurio a coloro che realmente amano il Kung-Fu Tradizionale Cinese, praticandolo con onore e onestà, anche se non fanno parte della nostra Scuola. Questo perché la vera Tradizione unisce e mai divide.
AUGURI A TUTTI!

ULTIMI POST